News

01/08/2017

GIUSTI WINE RESTAURA L’ABAZIA DI SANT’EUSTACHIO

Il Complesso Benedettino di S. Eustachio, già in parte restaurato nel 1992 è oggi nuovamente oggetto di restauro al fine di restituire alla collettività un bene di interesse storico, archeologico e architettonico. L'intervento è finanziato dalla Società Agricola Giusti Dal Col, a cui il Ministero ha dato in concessione l'uso del sito, a fronte del restauro, della manutenzione e dell'apertura al pubblico a fine lavori.

Sul piano architettonico l'indagine ha rivelato più fasi costruttive che confermano l'esistenza di strutture murarie di XII secolo, con richiami anche a chiese d'oltralpe, e strutture conventuali di epoca posteriore. Sotto il profilo archeologico, i diversi sondaggi condotti, oltre a contribuire ad una rilettura di dettaglio delle diverse fasi evolutive del complesso abbaziale, hanno evidenziato all'interno dell'attuale chiesa la presenza di sepolture in semplice fossa prive di corredo, potenzialmente riconducibili ad un primo edificio sacro.

In generale sarà comunque un intervento di restauro strettamente conservativo per i ruderi della chiesa e parte del convento, mentre la restante porzione del complesso avrà un nuova configurazione che agevolerà la lettura e la comprensione delle fasi edilizie, la possibilità di diversi percorsi di visita, nonchè di punti privilegiati di osservazione per apprezzare il contesto paesaggistico circostante.